martedì 14 luglio 2009

da "LUNARIA"(1997)


NOMADE

POGGERO’ LA TESTA SU CUSCINI
STRANIERI
TENDE NEL DESERTO SARANNO
I MIEI PENSIERI
NOMADE VAGHERO’
FIUTANDO POSTI TRANQUILLI
OVE RIPOSARE
STRACCI DI PREGHIERE LANCERO’
VERSO CIELI TERSI
E UN CORO DI LINGUE NUOVE MI
RISPONDERA’

Rossana Tinelli





L'arte delle idee è illuminazione dello spirito. Lo sanno bene i poeti, i sognatori, gli amanti della luna e i cortigiani creativi della fantasia. Nomadi essi sono. Nomadi come il vento. Nulla li trattiene: nelle umane tentazioni, ne' la voglia di essere e di apparire oltre I' effimero. Rossana Tinelli e Angelo Palumbo hanno questo in comune insieme a una serie di congiunture astrali. Hanno identico I' afflato poetico e il modo di rapportarsi davanti alle cose. Nomadi essi sono. Nomadi come il vento. Vagano attraverso i luoghi solitari della mente, ascoltano i naturali silenzi e in momenti di estasi assoluta ricevono la pura ispirazione dei movimenti dell' anima: quasi come fossero antichi poeti celtici illuminati dalla Rivelazione dello Spirito.
La loro arte è pura illuminazione. In comune essi hanno la calligrafia: e cioè l'inchiostro e il tratto di pennello. Il loro mondo lirico è fatto: di luci e ombre della natura, di realtà che si specchiano, di fantastici universi nascosti e di piccole e ingenue illusioni. Poeti essi sono. Poeti accarezzati dal vento. Dipingono la luna e le stelle, leggono le chiare lettere del Creato e scrivono versi e segni sullo spazio breve di un respiro.
La loro arte è nomade: nomade come la brezza che spira sulle dune del deserto nelle notti di novilunio. Scrisse Takuan che il grado più alto di mobilità è quello che si raggiunge ruotando intorno a un centro che rimane fermo. Così la mente raggiunge - egli scriveva - il più alto grado di alacrità, attenta a dirigere la sua attenzione dovunque sia necessario. E' questa la lezione di arte e di spiritualità che ci offrono Rossana Tinelli e Angelo Palumbo. La mano di lui è come se fosse posseduta da un turbine di vento: è come la mano del pittore Sumiye che non conosce limiti. La parola di lei si basa invece sulla "economia di forza" descritta nel Tao Te Ching, dove è detto che l’ abile parlatore non dice una parola di troppo". I tesori creativi di lei e di lui sono racchiusi in un' idea, che è anche un principio di vita, e cioè che quando I' Universale si rispecchia nel Particolare esso muove tutti i mondi del Creato - appartengono essi al visibile o ali' invisibile -. Scrive Rossana Tinelli di voler dare un vocabolario al silenzio e di voler ascoltare la verità. E gli fa eco Angelo Palumbo con quel segno fresco, libero, immediato, privo di orpelli, non barocco, né ridondante; con quel segno di ordinata armonia che è in se sintesi di eleganza e di spasmodica ricerca interiore. Lunaria può essere allora inteso come un cammino, un cammino senza fine che ci condurrà da qui all' eternità. E' il percorso della nostra ricerca spirituale. Sapremo non fermarci mai e arrivare alla meta? E' questo l'interrogativo che queste pagine proveranno a sciogliere.


Rino Cardone

Nessun commento:

Posta un commento

Lettori fissi

Le regine dei tarocchi - 2004

La Collana Bianca si colora - 2005

Terra Violata

Fossili Futuri - Matera 2007 - (foto Alfredo Biscardi da "Deserto Etico")

Deserto Etico - Matera 2007 - (foto Francesco Pentasuglia)

da "Uomo Nuovo - pro veritate"

UOMO NUOVO - pro veritate (consigliato per un pubblico adulto)

Informazioni personali

La mia foto
nasce il 21-07-1962 a Matera. Laureato in Lettere moderne con indirizzo storico artistico - ex restauratore di opere d’arte – docente di Storia dell’Arte nellle Scuole Medie Superiori. Ha partecipato, dai primi degli anni 80, a mostre personali e collettive. Ha collaborato con la rivista Frigidaire. Ha ricoperto la presidenza del Consorzio di artigianato artistico “Altobello Persio” di Matera. Ha pubblicato testi di grafica unita a testi poetici. Ha preso parte alla pubblicazione della ricerca “Dal Tardogotico al Rinascimento in Basilicata”, Collana Zetema, ed. La Bautta, firmando il saggio: “Presenze venete in Basilicata”. Studio Via Gattini n.35 - 75100 Matera - tel 0835 – 330679 - cell. 349-7132676 homepage: http://www.equilibriarte.org/eqmember/1026

TRANSLATE