sabato 25 luglio 2009

UOMONUOVO





TERRA VIOLATA







Spazio d'Arte Fischetti
Bernalda



con Piero Ragone e Giulio Orioli








TERRA VIOLATA

COMUNICATO STAMPA

La mostra dell’artista materano Angelo Palumbo, che si apre lunedì 19 giugno alle ore 19.30 presso lo Spazio d’Arte Fischetti di Bernalda, prende le mosse dalla convinta ricerca intorno alle problematiche ecologiste, che l’autore sta perseguendo da alcuni anni a questa parte. Il titolo della mostra, infatti, è “Terra Violata” e consta di una serie di pannelli in poliuretano modellati con interventi che scavano le superfici, le trafiggono, le plasmano per cristallizzare una texture che è citazione degli anfratti murgici. Il richiamo alla terra di origine è metaforico perché rimanda ad orizzonti più ampi e lontani: la natura descritta è lacerata da profonde ferite che drammaticamente denunciano lo sconsiderato scempio ambientale che ogni giorno viene perpetuato nella quasi generalizzata indifferenza dell’opinione pubblica. La realtà materica e di matrice informale, a cui rimandano questi lavori, evidenzia la partecipazione emotiva al problema: queste ferite sanguinanti oltre ad esaltare la denuncia, diventano catarsi di un dolore che solo il colore e il gesto liberatorio possono frenare. A fare da contraltare all’ intervento pulsionale, l’autore propone una serie di crude immagini scaricate dal web (desunte dal suo ipertesto “Uomo Nuovo”) cucite con testi sacri e della filosofia antica e moderna, che tendono a marcare i messaggi ma allo stesso tempo a sublimarli. L’installazione fotografico-testuale (stampata su un supporto in pvc e collocata simbolicamente sull’altare maggiore della piccola chiesa bernaldese) suggerisce un percorso di cause ed effetti la cui azione distruttrice sta modificando costantemente i nostri equilibri naturali. Al momento irrazionale, quindi, l’artista unisce l’analisi della interpretazione logica delle realtà che ci circondano per riflettere su problemi concreti, che sono per lo più noti alla maggioranza di noi, ma che spesso sono sottovalutati e messi da parte. Una mostra più per pensare, che solo da vedere !!
Interverranno all’inaugurazione: Angelo Palumbo, Francesco Renna (Sindaco di Bernalda), Gregorio Giannini (Assessore al Turismo), Iole Madio (Assessore alle politiche sociali), Salvatore Sebaste (Direttore della locale Pinacoteca), coordinerà Rocco Brancati (Giornalista Rai).

il disognatore - 1992


"Solitudine" di Giuseppe Ungaretti

da "Le regine dei tarocchi" - i nadir numero speciale

L'IMPERATRICE




Lo scorrere veloce e lento
dello spazio e del vento
fremiti e brividi
domande e incognite
non voglio più scorgere
le foglie morte accartocciate
speranze foto di allora
sono qui ora per rimanere
per quel che vale

(Rossana Tinelli)


1997 - UN RESTAURO PER LA CITTA'







WARNING: PERICOLO DESERTIFICAZIONE...CULTURALE


I NUOVI MOSTRI








Autore: Beha Oliviero
Editore: Chiare Lettere
Collana: Reverse
Pagine: 200
ISBN: 886190081X
ISBN-13: 9788861900813
Data pubblicazione:
7 Maggio 09


“SIAMO SPETTATORI UNIVERSALI: IL DISSOLVIMENTO DELLE DEMOCRAZIE IN OLIGARCHIE MEDIATICHE È ALL’OPERA NON SOLO IN ITALIA MA IN TUTTO IL MONDO.”
Hans Georg Gadamer

C’era una volta. C’era una volta chi si dava come compito quello di incalzare il potere e di controllarlo: un’élite temuta e ascoltata. C’erano una volta i “maestri”, i Pasolini, i Moravia, gli Sciascia, i Calvino, ma anche i Bobbio, i Galante Garrone, gelosi custodi del libero pensiero. E ora? L’Italia non potrebbe essere quella che è senza la complicità del sistema mediatico e grazie all’assenza degli intellettuali, “una categoria – scrive Beha – più del portafogli che del pensiero”. A cominciare dai giornalisti. Ma è il quadro d’insieme che preoccupa. (“Stiamo rispondendo a Obama con Geronzi”): un gigantesco concorso di colpa, che attraversa molte categorie professionali, in nome del denaro e in virtù di una normalizzazione della banalità da troppi accettata. Il resoconto di Beha, lucido ma non rassegnato, ci induce a reagire, così come molte associazioni di liberi cittadini hanno cominciato a fare. Contro il Golpe Bianco che ci sta svuotando. In appendice, le Resistenze ai Nuovi Mostri.
________________________________





http://www.behablog.it/index.php

Lettori fissi

Le regine dei tarocchi - 2004

La Collana Bianca si colora - 2005

Terra Violata

Fossili Futuri - Matera 2007 - (foto Alfredo Biscardi da "Deserto Etico")

Deserto Etico - Matera 2007 - (foto Francesco Pentasuglia)

da "Uomo Nuovo - pro veritate"

UOMO NUOVO - pro veritate (consigliato per un pubblico adulto)

Informazioni personali

La mia foto
nasce il 21-07-1962 a Matera. Laureato in Lettere moderne con indirizzo storico artistico - ex restauratore di opere d’arte – docente di Storia dell’Arte nellle Scuole Medie Superiori. Ha partecipato, dai primi degli anni 80, a mostre personali e collettive. Ha collaborato con la rivista Frigidaire. Ha ricoperto la presidenza del Consorzio di artigianato artistico “Altobello Persio” di Matera. Ha pubblicato testi di grafica unita a testi poetici. Ha preso parte alla pubblicazione della ricerca “Dal Tardogotico al Rinascimento in Basilicata”, Collana Zetema, ed. La Bautta, firmando il saggio: “Presenze venete in Basilicata”. Studio Via Gattini n.35 - 75100 Matera - tel 0835 – 330679 - cell. 349-7132676 homepage: http://www.equilibriarte.org/eqmember/1026

TRANSLATE